Home > Discussioni > “Videocracy” o del fascismo estetico (1)

“Videocracy” o del fascismo estetico (1)

di Andrea Inglese La negligenza, e quasi la cecità, della sinistra e della sua intellighentsia dinanzi a questo fenomeno deriva dalla situazione con cui hanno guardato alla cultura delle masse, che è stata considerata sempre marginale rispetto al potere presunto vero, cioè alla dimensione politica ed economica. Raffaele Simone Essere spettatori di Videocracy è un’esperienza profondamente sgradevole. Durante la proiezione del documentario è percepibile…

15 citazioni | fonte: Nazione indiana | leggi il post

5

Erik Gandini, Videocracy – Basta apparire (2009)

Il dottor Carlo il 9 settembre 2009

Il film inizia con “tutto cominciò da qui” e spogliarello di casalinga in uno studio televisivo creato dentro un bar se lo spettatore al telefono risponde correttamente a una facile domanda. Poi si passa a raccontare dell’operaio Riccardo, e la macchina…

6

Andrea Inglese su Videocracy

Faviv's gossip, darling! il 10 settembre 2009

http://www.nazioneindiana.com/2009/09/09/videocracy-o-del-fascismo-estetico/#more-21811 Questo è il link allo splendido articolo di Andrea Inglese sul film Videocracy, senz’altro da leggere. Lo riporto per esteso anche qui incollandolo direttamente da…

7

Videocracy: riflessioni a posteriori

360 gradi il 10 settembre 2009

Videocracy o del fascismo estetico, come ha scritto Andrea Inglese in un bellissimo articolo su Nazione Indiana.Ho lette in rete reazioni tiepide di diversi bloggers, i quali dopo la visione dell'opera di…

8

Videocracy, un film dell'orrore

Ismaele il 10 settembre 2009

… dell'era televisiva.La sensazione che ho provato la descrive con parole migliori delle mie Andrea Inglese su Nazione Indiana, in un articolo (a puntate) di cui cito soltanto i primi paragrafi, ma che merita una…

9

Il sindaco del nord toglie la targa dedicata a Peppino Impastato: meglio onorare personaggi locali!

Femminismo a sud il 10 settembre 2009

"Il sindaco leghista della nuova amministrazione del Comune di Ponteranica, in provincia di Bergamo, ha fatto rimuovere dalla biblioteca la targa, posta l'anno scorso, dedicata alla memoria di Peppino Impastato, giovane siciliano ucciso dalla mafia nel…